ANCOD contro approvazione emendamento sulla pubblicità: “lesivo della libera concorrenza e circolazione dei professionisti”

webevo/ dicembre 4, 2018/ Selezione dalla Rassegna Stampa/ 0 comments

“L’emendamento alla manovra in materia di pubblicità sanitaria è antitetico rispetto all’attuale legge Bersani (Legge n.248/2006) in quanto fortemente lesivo della libera concorrenza e della libera comunicazione di informazioni inclusive dei prezzi relative ai servizi offerti” dichiara Michel Cohen, presidente dell’Associazione Nazionale dei Centri Odontoiatrici (ANCOD).

La pubblicità informativa sanitaria ha il merito di rafforzare la libertà del paziente di scegliere in modo consapevole a quali terapie sottoporsi o a quale medico affidarsi. Inoltre, è già ben regolamentata: secondo la legge Bersani e il d.p.r. 137 del 2012, le informazioni devono essere obiettive, veritiere, trasparenti e non devono essere ingannevoli, equivoche e denigratorie.

“In più il vincolo proposto nell’emendamento che prevede il Direttore sanitario iscritto nello stesso territorio è fortemente lesivo della libera circolazione delle persone addirittura nello stesso territorio dello stato, e crea enormi differenze legislative tra l’attività svolta dalle imprese obbligate al Direttore sanitario territoriale, mentre gli studi professionali avrebbero libertà di apertura in qualunque regione senza vincoli”, conclude Michel Cohen.

A cura di: Ufficio Stampa ANCOD